Happy Friday

PERDONARSI E RIPARTIRE

18.02.2022

Da qualche giorno sento di aver davvero ritrovato il mio focus.

Come vi raccontavo nella diretta di lunedì, ho vissuto un periodo un po’ altalenante in cui, presa dal vortice delle mille emozioni, ho perso di vista me stessa.

Tante volte siamo proprio noi a complicare le cose, non è così?

A me capita di ricadere nei soliti meccanismi negativi quando capisco che non sono nel punto in cui potrei essere o in una situazione che avrei voluto vivere.
Ad esempio lo scorso fine settimana avrei potuto riposare e andare in Puglia da Diego. Invece ho scelto di uscire e ho preso una serie di decisioni sbagliate che mi hanno portata ad affrontare male le giornate successive senza riuscire subito a reagire.
Come sempre però è arrivata l’ennesima goccia, quella che fa traboccare il vaso, quella che mi fa dire, tra me e me, ancora una volta, “Da domani basta: si ricomincia!”.

Quante volte è capitato di ripetermi questa frase? Beh, talmente tante che ho perso il conto!
È proprio questa la trappola in cui il più delle volte cadiamo: continuiamo a prometterci delle cose, ma poi rimaniamo ferme nell’astratto, senza fare effettivamente niente per cambiare le nostre azioni nel concreto.

Prima o poi però ti accorgi che le parole che dici ed i pensieri che fai sono semi che un giorno raccoglierai in tutto il loro splendore.

In alcune occasioni riesco a guardare la mia vita come se fossi al di fuori di me, con distacco e in maniera più oggettiva, proprio come farebbe un’altra persona.
Penso che questa mia capacità di osservarmi esternamente sia una grande fortuna.
Da un lato mi fa sentire nel posto sbagliato, perché mi fa accorgere che sebbene non mi manchi nulla dal punto di vista economico, lavorativo o sentimentale, a volte sento comunque dell’ansia e della confusione nelle mie giornate.
Dall’altro lato però mi permette di muovere i fili della mia vita con più lucidità, di comprendere dove posso migliorarmi, cosa posso evitare e cosa invece posso costruire.
Ed è grazie a questa mia caratteristica che, dopo aver chiarito le cause di alcuni miei stati d’animo, riesco a mettere in campo dei cambiamenti immediati, ma soprattutto possibili e concreti.

È fondamentale concentrarsi sulle soluzioni e domandarci cosa poter fare fin da subito per migliorare, portando l’attenzione a ciò che dipende da noi.

Personalmente mi è stato utile scrivere una lista di punti, di cose e situazioni che sono fondamentali per il mio equilibrio, ma anche per il mio funzionamento.
Ad esempio, per la mia serenità è importante mangiare in maniera equilibrata, prendermi cura della mia persona, allenarmi almeno 3 volte a settimana e sentirmi organizzata nel mio lavoro, senza fare troppe cose contemporaneamente.

Prenditi un momento per fare chiarezza su cos’è necessario per il tuo benessere. Per sviscerare dei punti e capire dove puoi subito intervenire.
Prova a ragionare su tutto ciò che hai fatto fino ad adesso, per vedere se stai portando avanti le tue priorità.

Attraverso questo lavoro su di me, ho scoperto che mi stavo un po’ sforzando di rimanere qui a Milano, soprattutto per non deludere me stessa. Questa imposizione non faceva altro che generarmi del malessere.
Ho compreso che ho bisogno e che ho tutte le possibilità per trascorrere qualche settimana a Las Palmas, nella mia isola del cuore. Ammettere a me stessa questa cosa, e condividerla con Diego, con Valentina e con la mia famiglia, mi ha fatto stare meglio.

Non abbiate paura di cambiare, di provare, di sbagliare, di tornare indietro.
Non abbiate paura di vivere.
Spesso ci complichiamo da sole la vita perché siamo in balia delle cose da fare, delle nostre emozioni e delle agende che ogni giorno riempiamo sempre di più. Perché trascuriamo il fatto che a volte è meglio togliere piuttosto che aggiungere, è meglio dire un no a qualcuno per dire sì a noi stesse.
Tiriamo fuori le nostre emozioni.
Ascoltiamoci.

 

Happy Friday

PERDONARSI E RIPARTIRE

18.02.2022

Da qualche giorno sento di aver davvero ritrovato il mio focus.

Come vi raccontavo nella diretta di lunedì, ho vissuto un periodo un po’ altalenante in cui, presa dal vortice delle mille emozioni, ho perso di vista me stessa.

Tante volte siamo proprio noi a complicare le cose, non è così?

A me capita di ricadere nei soliti meccanismi negativi quando capisco che non sono nel punto in cui potrei essere o in una situazione che avrei voluto vivere.
Ad esempio lo scorso fine settimana avrei potuto riposare e andare in Puglia da Diego. Invece ho scelto di uscire e ho preso una serie di decisioni sbagliate che mi hanno portata ad affrontare male le giornate successive senza riuscire subito a reagire.
Come sempre però è arrivata l’ennesima goccia, quella che fa traboccare il vaso, quella che mi fa dire, tra me e me, ancora una volta, “Da domani basta: si ricomincia!”.

Quante volte è capitato di ripetermi questa frase? Beh, talmente tante che ho perso il conto!
È proprio questa la trappola in cui il più delle volte cadiamo: continuiamo a prometterci delle cose, ma poi rimaniamo ferme nell’astratto, senza fare effettivamente niente per cambiare le nostre azioni nel concreto.

Prima o poi però ti accorgi che le parole che dici ed i pensieri che fai sono semi che un giorno raccoglierai in tutto il loro splendore.

In alcune occasioni riesco a guardare la mia vita come se fossi al di fuori di me, con distacco e in maniera più oggettiva, proprio come farebbe un’altra persona.
Penso che questa mia capacità di osservarmi esternamente sia una grande fortuna.
Da un lato mi fa sentire nel posto sbagliato, perché mi fa accorgere che sebbene non mi manchi nulla dal punto di vista economico, lavorativo o sentimentale, a volte sento comunque dell’ansia e della confusione nelle mie giornate.
Dall’altro lato però mi permette di muovere i fili della mia vita con più lucidità, di comprendere dove posso migliorarmi, cosa posso evitare e cosa invece posso costruire.
Ed è grazie a questa mia caratteristica che, dopo aver chiarito le cause di alcuni miei stati d’animo, riesco a mettere in campo dei cambiamenti immediati, ma soprattutto possibili e concreti.

È fondamentale concentrarsi sulle soluzioni e domandarci cosa poter fare fin da subito per migliorare, portando l’attenzione a ciò che dipende da noi.

Personalmente mi è stato utile scrivere una lista di punti, di cose e situazioni che sono fondamentali per il mio equilibrio, ma anche per il mio funzionamento.
Ad esempio, per la mia serenità è importante mangiare in maniera equilibrata, prendermi cura della mia persona, allenarmi almeno 3 volte a settimana e sentirmi organizzata nel mio lavoro, senza fare troppe cose contemporaneamente.

Prenditi un momento per fare chiarezza su cos’è necessario per il tuo benessere. Per sviscerare dei punti e capire dove puoi subito intervenire.
Prova a ragionare su tutto ciò che hai fatto fino ad adesso, per vedere se stai portando avanti le tue priorità.

Attraverso questo lavoro su di me, ho scoperto che mi stavo un po’ sforzando di rimanere qui a Milano, soprattutto per non deludere me stessa. Questa imposizione non faceva altro che generarmi del malessere.
Ho compreso che ho bisogno e che ho tutte le possibilità per trascorrere qualche settimana a Las Palmas, nella mia isola del cuore. Ammettere a me stessa questa cosa, e condividerla con Diego, con Valentina e con la mia famiglia, mi ha fatto stare meglio.

Non abbiate paura di cambiare, di provare, di sbagliare, di tornare indietro.
Non abbiate paura di vivere.
Spesso ci complichiamo da sole la vita perché siamo in balia delle cose da fare, delle nostre emozioni e delle agende che ogni giorno riempiamo sempre di più. Perché trascuriamo il fatto che a volte è meglio togliere piuttosto che aggiungere, è meglio dire un no a qualcuno per dire sì a noi stesse.
Tiriamo fuori le nostre emozioni.
Ascoltiamoci.

 

Articoli correlati

Happy Friday

Funziona se lo fai funzionare

02.09.2022

Leggi

Happy Friday

Nell’esperienza conosci te stessa

05.08.2022

Leggi

Happy Friday

Decidi dove muoverti

29.07.2022

Leggi

Articoli correlati