SGP srl - Via Adelaide Bono Cairoli 30, 20127 Milano Copyright © 2019 SGP srl - All Rights Reserved | Design by IDEABILE

DOVE SI TROVA IL CORAGGIO DI CAMBIARE?

DOVE SI TROVA IL CORAGGIO DI CAMBIARE? SGProgram. by Selene Genisella

Anche dalle cattive esperienze si può imparare: puoi capire che tipo di persona vuoi diventare ed al tempo stesso quella che assolutamente non vorrai mai essere.

Mi stupisco sempre di come riusciamo a guardare le vite delle altre persone con tanta ammirazione, stima e a volte persino invidia. Più li osserviamo e più ci sembra che per loro sia sempre tutto più facile, e che il destino ami prendersi gioco soltanto di noi, riempiendoci il cammino di imprevisti, intoppi, fregature.

Ho sempre amato guardare i film ed i racconti basati sulle storie di quei personaggi che, in un modo o nell’altro, ce l’hanno fatta, soddisfando così il loro personale sogno nel cassetto. Mi piacciono perché ci costringono a riflettere.
Siamo abituati a soffermarci su quel senso di soddisfazione che traspare in loro e sulla loro apparente felicità, ma senza spingerci mai a fondo, senza investigare nel loro passato, senza approfondire le sfide e le difficoltà che anche loro, come tutti i comuni mortali, hanno dovuto affrontare per essere ciò che sono.
Infatti ci servono le bibliografie, i film, le serie tv ed i documentari per farci scoprire questo loro lato, sempre tenuto nascosto dai riflettori.
Se solo ci sforzassimo a pensare anche all’altra faccia della medaglia, ci accorgeremmo che poi, non sono così diversi da noi.

E allora che cos’è che li distingue? A me viene una sola parola che racchiude tutto: il coraggio.
Loro hanno avuto il coraggio di cambiare, di fare qualcosa per smuoversi da una situazione di insoddisfazione. Hanno lottato, senza mai smettere di credere di potercela fare. Questo non significa che loro non sappiano cosa vuol dire toccare il fondo. Loro il fondo l’hanno toccato con la loro pelle, ma hanno avuto la forza di darsi una spinta per risalire.

Il coraggio nasce da un tuo bisogno.
Le cose più belle nascono dai propri bisogni.

Per questo amo le persone che non si accontentano facilmente. Ma pensate sia facile?
Parliamoci chiaro: viviamo in un paese dove se cambi più di 4 lavori sei considerato inaffidabile o inconcludente, e talvolta anche una delusione per i tuoi famigliari. Ma qual è la verità?
La verità è che per alcune persone è impossibile rimanere in un ambiente o in una condizione in cui non ci si sente vivi, in cui non si è stimolati. È più forte di loro.
Quando rimaniamo inchiodati in quelle situazioni che non ci stimolano, andiamo ad alimentare i nostri aspetti più negativi, che però sono soltanto una parte di noi.
Si finisce per stare male. E quando una persona non sta bene, non può nemmeno far star bene coloro che la circondano e che le stanno accanto. Per un po’ si può fingere, ma poi a lungo andare si finisce per crollare.
Per questo è inutile portare avanti situazioni pesanti, che ci rallentano invece che farci crescere.
Investiamo su noi stesse e se c’è qualcosa che ci sta facendo perdere tempo, lasciamola andare.
Bisogna sempre andare alla ricerca di quel qualcosa che faccia emergere altro di noi, che ci faccia veramente esprimere.
Quando finalmente scegliamo di buttarci in un percorso diverso, assecondando i nostri bisogni ed il nostro istinto, riusciamo a sentirci vive, e spesso poi, seguendo il flusso tutto arriva con naturalezza.

Per conoscere la nostra versione migliore, dobbiamo sentirci vive.
Quando senti dentro di te che ti stai spegnendo, abbi la forza di tornare a brillare.

Fatti trascinare da quell’energia che ti spinge alla continua ricerca di qualcosa che davvero ti faccia sentire viva, che ti faccia veramente esprimere.
Quell’energia è un bisogno. Quell’energia è anche un grido d’aiuto che parte dalla tua anima.
Ed il coraggio nasce proprio da questo bisogno.

ASCOLTA I TUOI BISOGNI
Scegli il tuo percorso e non lasciare che siano gli altri o le condizioni a sceglierlo per te.
Se vogliamo tirare fuori il nostro carattere, troviamo il modo di poterlo fare.
Impariamo a metterci in gioco.

Non lasciatevi mai fermare da chi vi dice che non potrete mai arrivare da nessuna parte. Non lasciatevi mai mettere i piedi in testa.
Trovare il modo di far emergere il vostro carattere è fondamentale.
Abbiate la forza di cambiare, smettendo di subire.
Abbiate il coraggio di rischiare, di mettervi in gioco, di lasciare un lavoro, una città o uno stile di vita che non vi appartiene o che non vi soddisfa.
Non aspettate che sia un lampo dal cielo a stravolgere la vostra vita, perché questo probabilmente non accadrà mai.
Abbiate la forza di andare contro amici, colleghi, parenti e genitori e di lottare per raggiungere i vostri obiettivi.
Siate sicure di voi.
Non lasciatevi scappare le opportunità, le occasioni.
Non importa se non avete tanti soldi o tanta esperienza, siate sicure di quello che sapete fare e di quello che potete dare. Buttatevi.
Alimentate la vostra sicurezza con la consapevolezza delle vostre potenzialità.
Dimostrate il vostro valore aggiunto.
Tu sai quanto vali.

“I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”

 

QUAL È IL TUO TALENTO?
Non basiamo la nostra sicurezza sull’avere le spalle coperte. La sicurezza è data dalla consapevolezza di cosa sappiamo fare e cosa possiamo dare. Per questo dobbiamo conoscere il nostro potenziale ed il nostro valore aggiunto.

Avevo deciso di concentrarmi nel mio lavoro esclusivamente sulle donne. Con loro sapevo di poter andare oltre alle sole tematiche di allenamento ed alimentazione. Con loro riuscivo a sviluppare una comunicazione.
Milano non mi piaceva, anche per questioni economiche non potevo godermela. Avevo un brutto rapporto con il cibo e il lavoro non mi soddisfava pienamente. Mi sentivo di non riuscire ad esprimere tutto quello che potevo. Avevo dentro di me un vulcano di cose da dire, ma non sapevo come fare.
Poi ho scoperto Instagram.
Ho iniziato a comunicare ed esprimere le mie idee attraverso questo canale, e soltanto così ho capito che quello che avevo iniziato a comunicare alle persone interessava. Interagivano. I loro feedback mi motivavano a farlo sempre di più. A continuare.

Ho sacrificato tanto nella mia vita in questi anni, ma crescendo e stando nel percorso, commettendo errori, mi sono resa conto che tutto può sempre migliorare. Non tutto, ma tanto dipende da noi. Io ora cosa posso fare? Come posso esprimermi? In che cosa sono brava? In che cosa mi sento viva?

 

DARE INIZIO AL CAMBIAMENTO PIÙ BELLO
Io credo davvero che ognuno di noi abbia qualcosa di speciale.
Per questo penso che sia necessario scavare e cercare dentro di sé, per trovare quello che ci fa stare bene e che ci contraddistingue.
Trova il tuo valore.
Continua a coltivare la tua passione ed il tuo potenziale, sia che si tratti di una abilità pratica come cantare, ballare, recitare, costruire, cucinare, dipingere, scrivere o che si tratti semplicemente di una tua capacità più astratta come ascoltare, comprendere, analizzare.
Non importa quanto può essere strano o particolare il tuo talento.
Devi soltanto trovare il modo per poterlo esprimere e comunicare, trovando il tuo canale.
Bisogna avere fame.
Continua sempre a rincorrere quello che ti fa sentire viva, quello che ti rende felice.
Senza mai smettere di credere nelle tue capacità.
Credere sempre in se stessi è la regola numero uno.

Aiutare, capire il dolore di una ragazza, capire come tirare fuori il meglio di sé, io in questo sono brava.
Io sono partita da zero.
Non bisogna per forza stare bene per iniziare a fare le cose. Non deve essere tutto perfetto per partire.
Se avete qualcosa da dare, che porti un valore aggiunto alle persone, oltre che a te stessa, i progetti si possono sviluppare.

 

AIUTARSI
Ho cominciato da sola. Mi sono resa conto quasi subito però che così non poteva andare. Stare dietro alle crescenti richieste su instagram ed al lavoro in palestra era difficile. Non riuscivo a gestirmi, ad organizzarmi, e questo si traduceva in episodi di fame nervosa.
Poi è arrivata Valentina. A Vale ho raccontato tutto, non solo il mio potenziale ma anche i miei limiti.
In quel periodo ho vissuto un momento molto brutto, dove ho toccato il fondo, dove non avevo un equilibrio né con me stessa né con il mondo.
Ero davanti ad un bivio: o finisco a terra o prendo il volo.
Una parte di me voleva gridare al mondo che avevo bisogno di aiuto, e che nonostante tutti i miei sforzi non ce l’avrei fatta ad andare avanti così. Volevo una coccola, un abbraccio, un conforto.
L’altra parte di me sentiva che avevo dentro qualcosa di speciale e che avrei fatto qualcosa di veramente bello.
Valentina mi ha aiutata ad organizzarmi, a fare tutte quelle cose che io da sola non riuscivo a portare a termine. Da quel momento è stato un lavoro di squadra. Da soli non si può andare molto lontano.
Nonostante tutto sapevo di avere un grande talento.
Non ho mai smesso di credere in me stessa.

 

Non bisogna necessariamente stravolgere la propria vita da un momento all’altro. Soprattutto quando non si hanno le spalle coperte, questa soluzione è da escludere.
Si possono però adottare delle strategie, apportando dei cambiamenti. Nel mio caso cambiare ambiente è stata la mia svolta. Per me rimanere da sola a Las Palmas è stato fondamentale e mi ha permesso di dedicare tutta la mia energia ad SGP.
Dovevo aiutarmi e trovare un posto che a sua volta mi aiutasse.
A volte per aiutarci dobbiamo eliminare quelle condizioni che non ci danno energia, ma che ce la tolgono.
Ho eliminato l’ambiente che non mi piaceva, il traffico, i colleghi, la palestra, il dover seguire delle regole ed il fare quello che non volevo.

Soltanto nel momento in cui ci allontaniamo da tutto quello che ci opprime, possiamo testare sulla nostra pelle che una soluzione esiste e che si può davvero stare bene.
Soltanto così si può guarire.
Il sentire le nostre emozioni e percepire le situazioni che ci fanno sentire vive è fondamentale.
Bisogna continuare a cercare nella nostra vita tutte quelle cose che ci fanno sentire vive.
Quelle emozioni ti rappresentano.
Trova qualcuno che sappia tirare fuori la versione più bella di te, che ti incoraggi e che ti stimoli.
Le promesse ed i per sempre ci tolgono l’attenzione da ciò che possiamo vivere oggi.
Non si può avere una risposta a tutto.
Ma si può cercare una risposta attraverso la pratica.