fbpx
SGP srl - Via Adelaide Bono Cairoli 30, 20127 Milano Copyright © 2019 SGP srl - All Rights Reserved | Design by IDEABILE

ALLENATI A SMETTERE DI PROCRASTINARE

ALLENATI A SMETTERE DI PROCRASTINARE SGPROGRAM SELENE GENISELLA

Quante volte ci fermiamo esauste con una miriade di cose da portare a termine senza sapere nemmeno da dove cominciare? Vi capita mai di avere chiaro esattamente che cosa fare, ma ogni giorno rimandarlo con una scusa? Così spesso ci ritroviamo con un grande senso di insoddisfazione per come sta andando la nostra vita, lasciando sogni nel cassetto e spesso fuggendo da situazioni che non vogliamo affrontare.

Ci sono tante motivazioni che ci spingono a procrastinare: pigrizia, stanchezza, gestione sbagliata del proprio tempo, paura.

Ogni volta che rimandiamo qualcosa, qualsiasi sia la motivazione, aggiungiamo un sassolino nello zaino delle preoccupazioni che ognuno di noi porta con sé. Spesso però è proprio la paura la consigliera più bastarda che possiamo avere al nostro fianco, perché se da un lato ci protegge, dall’altro immobilizza ogni decisione, portandoci in un vortice che ci impedirà di fare il primo passo per affrontare ciò che ci spaventa.

Quando abbiamo un problema per natura fingiamo che non lo sia affatto all’inizio, ma allenandoci a cambiare approccio possiamo migliorare il nostro modo di affrontare le difficoltà.

Io stessa ero la prima che nascondeva sotto il tappeto i problemi, sentendomi però sempre accompagnata da quella sensazione di ansia e preoccupazione che non mi faceva vivere con tranquillità.

Tempo fa infatti prima di affrontare qualsiasi cosa, mi rodevo dentro, pensavo e ripensavo a quello che poteva succedere e finivo per immobilizzarmi totalmente. Stavo male in una palestra? Pur di non deludere le persone con cui lavoravo, stringevo i denti, andavo avanti, e cercavo di farmi andare bene tante cose, finendo poi per fare male anche ciò che amavo. Arrivavo sempre al limite, senza mezzi termini, per poi esplodere e dire ciò che tenevo dentro da tempo. E indovinate cosa succedeva? La reazione altrui che avevo visualizzato in realtà era solo ed esclusivamente frutto della mia paura. Spesso ho trovato invece comprensione e sollievo. Così all’improvviso pensi a quanta fatica e sofferenza avresti risparmiato se avessi reagito e affrontato sin da subito il problema che ti attanagliava.

Troppe volte mi nascondevo dietro frasi depotenzianti come “Succedono tutte a me”, ma grazie alla consapevolezza che ho conquistato giorno dopo giorno, difficoltà dopo difficoltà, ho trovato un nuovo modo di affrontare le mie preoccupazioni. Comprendere che ogni essere umano ha dei problemi è la base per iniziare un nuovo percorso. Senza problemi non cercheremmo soluzioni, non supereremmo i nostri limiti e soprattutto non potremmo progredire. Ogni problema ci regala un’opportunità di crescita ed è da qui che voglio far partire il nostro compito della settimana.

Mi piacerebbe che ognuna di voi si sedesse a tavolino con se stessa, e mettesse nero su bianco almeno 3 cose che sta procrastinando. Se vi va condividetelo sul nostro gruppo così che si possa discutere insieme confrontando le nostre esperienze e soluzioni intraprese.

Smettiamola di rimandare, iniziamo ad agire.