SGPnutrition

Tutto quello che c’è da sapere sulla zucca

04.12.2019

AUTUNNO, TEMPO DI ZUCCA

L’autunno è la stagione perfetta per fare il pieno di vitamine, minerali ed energia che serviranno al corpo per proteggersi dal periodo freddo. E come sempre la natura ci viene incontro donandoci verdure e frutti di stagione benefici. Ed ecco quindi la zucca, protagonista indiscussa dell’autunno!
Per via del suo sapore tendenzialmente dolce è sempre stata considerata un alimento zuccherino, ma in realtà è un alimento caratterizzato da un basso contenuto di calorie e un basso livello di zuccheri, quindi adatta anche a diete ipocaloriche e per diabetici!

Proprietà nutrizionali

La zucca è un ortaggio di cui esistono molte varietà, diverse per colore, sapore e consistenza (ad esempio la “Lunga di Napoli”, la Provenzale, la Mantovana etc…).
Il tipico colore arancione è dato dalla presenza dei carotenoidi (precursori della vitamina A), sostanze con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, capaci di contrastare i radicali liberi (molecole che possono danneggiare la struttura delle nostre cellule), rendendo dunque più forte il nostro sistema immunitario.

Il bassissimo apporto calorico (poco più di 20 kcal) è dato dall’elevata quantità di acqua che rende la zucca un ortaggio diuretico e disintossicante, senza dimenticare il suo elevato potere saziante, un vero aiuto quando si ha molto appetito a tavola!

Viene spontaneo quindi chiedersi: come mai è stata considerata per lungo tempo un nemico da evitare? Questo è dovuto al suo elevato indice glicemico (75), che tuttavia ha effetto quasi nullo sulla glicemia, dato che 100 gr di prodotto contengono solo 3,5 gr di carboidrati!
Per questo si parla del carico glicemico che tiene conto del reale quantitativo di carboidrati che si stanno assumendo, che per la zucca è molto basso (3).

Della zucca non si butta davvero nulla!

  •  La zucca può essere mangiata con tutta la buccia. Questa è ricca di minerali e alcuni studi hanno dimostrato che i nutrienti presenti nella parte esterna avrebbero proprietà antibiotiche in grado di contrastare funghi e batteri.
    Infine mantenere la buccia contribuisce ad alzare la fibra della nostra porzione aiutando a diminuire l’indice glicemico del pasto.

 

  • I semi sono un alimento nutriente che ha molte proprietà benefiche. Contengono cucurbitina (protettore del sistema urinario) e fitosteroli (che contribuiscono a tenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue). Sono ricchi di grassi buoni e proteine, e inoltre contengono anche una modesta quantità di minerali tra cui rame, zinco, manganese, magnesio, potassio.

Quante volte a settimana mangiare la zucca?

La zucca o la si ama o la si odia. E quando si ama, la tentazione di consumarla tutti i giorni è forte! La zucca andrebbe inserita nell’ambito di una sana routine alimentare e come sempre in SGPnutrition raccomandiamo di variare le proprie scelte alimentari, consumando cibi dai colori diversi nell’arco della settimana, così da raggiungere il giusto apporto di vitamine e minerali.

Quali sono i migliori abbinamenti in cucina?

Quando si ha voglia di un contorno veloce e gustoso si può cuocere la zucca in microonde per circa 8 minuti, oppure in forno da abbinare a del pesce e, perchè no, in compagnia delle gustose patate americane, addizionata solo di un rametto di rosmarino, che ne esalta il profumo rispettandone la dolcezza.

Ideale per le giornate più fredde è invece una vellutata di zucca e spinaci, perfetta se servita con una spolverata di parmigiano, semi misti (per non dimenticare mai una bella porzione di proteine e grassi buoni nel nostro pasto) e croccante pane nero di segale.
Grazie alla sua polpa consistente è molto versatile, e si presta alla preparazione anche di deliziose polpettine, sformatini e gnocchetti… Ma anche golosi pancake, torte e muffin.

 

 

Team Nutrition

SGPnutrition

Tutto quello che c’è da sapere sulla zucca

04.12.2019

AUTUNNO, TEMPO DI ZUCCA

L’autunno è la stagione perfetta per fare il pieno di vitamine, minerali ed energia che serviranno al corpo per proteggersi dal periodo freddo. E come sempre la natura ci viene incontro donandoci verdure e frutti di stagione benefici. Ed ecco quindi la zucca, protagonista indiscussa dell’autunno!
Per via del suo sapore tendenzialmente dolce è sempre stata considerata un alimento zuccherino, ma in realtà è un alimento caratterizzato da un basso contenuto di calorie e un basso livello di zuccheri, quindi adatta anche a diete ipocaloriche e per diabetici!

Proprietà nutrizionali

La zucca è un ortaggio di cui esistono molte varietà, diverse per colore, sapore e consistenza (ad esempio la “Lunga di Napoli”, la Provenzale, la Mantovana etc…).
Il tipico colore arancione è dato dalla presenza dei carotenoidi (precursori della vitamina A), sostanze con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, capaci di contrastare i radicali liberi (molecole che possono danneggiare la struttura delle nostre cellule), rendendo dunque più forte il nostro sistema immunitario.

Il bassissimo apporto calorico (poco più di 20 kcal) è dato dall’elevata quantità di acqua che rende la zucca un ortaggio diuretico e disintossicante, senza dimenticare il suo elevato potere saziante, un vero aiuto quando si ha molto appetito a tavola!

Viene spontaneo quindi chiedersi: come mai è stata considerata per lungo tempo un nemico da evitare? Questo è dovuto al suo elevato indice glicemico (75), che tuttavia ha effetto quasi nullo sulla glicemia, dato che 100 gr di prodotto contengono solo 3,5 gr di carboidrati!
Per questo si parla del carico glicemico che tiene conto del reale quantitativo di carboidrati che si stanno assumendo, che per la zucca è molto basso (3).

Della zucca non si butta davvero nulla!

  •  La zucca può essere mangiata con tutta la buccia. Questa è ricca di minerali e alcuni studi hanno dimostrato che i nutrienti presenti nella parte esterna avrebbero proprietà antibiotiche in grado di contrastare funghi e batteri.
    Infine mantenere la buccia contribuisce ad alzare la fibra della nostra porzione aiutando a diminuire l’indice glicemico del pasto.

 

  • I semi sono un alimento nutriente che ha molte proprietà benefiche. Contengono cucurbitina (protettore del sistema urinario) e fitosteroli (che contribuiscono a tenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue). Sono ricchi di grassi buoni e proteine, e inoltre contengono anche una modesta quantità di minerali tra cui rame, zinco, manganese, magnesio, potassio.

Quante volte a settimana mangiare la zucca?

La zucca o la si ama o la si odia. E quando si ama, la tentazione di consumarla tutti i giorni è forte! La zucca andrebbe inserita nell’ambito di una sana routine alimentare e come sempre in SGPnutrition raccomandiamo di variare le proprie scelte alimentari, consumando cibi dai colori diversi nell’arco della settimana, così da raggiungere il giusto apporto di vitamine e minerali.

Quali sono i migliori abbinamenti in cucina?

Quando si ha voglia di un contorno veloce e gustoso si può cuocere la zucca in microonde per circa 8 minuti, oppure in forno da abbinare a del pesce e, perchè no, in compagnia delle gustose patate americane, addizionata solo di un rametto di rosmarino, che ne esalta il profumo rispettandone la dolcezza.

Ideale per le giornate più fredde è invece una vellutata di zucca e spinaci, perfetta se servita con una spolverata di parmigiano, semi misti (per non dimenticare mai una bella porzione di proteine e grassi buoni nel nostro pasto) e croccante pane nero di segale.
Grazie alla sua polpa consistente è molto versatile, e si presta alla preparazione anche di deliziose polpettine, sformatini e gnocchetti… Ma anche golosi pancake, torte e muffin.

 

 

Team Nutrition

Articoli correlati

SGPnutrition

Frutta e verdura di stagione a maggio

03.05.2022

Leggi

SGPnutrition

Frutta e verdura di stagione ad aprile

13.04.2022

Leggi

SGPnutrition

Vitamina C e alimentazione

10.03.2022

Leggi

Articoli correlati