SGPnutrition

Prodotti proteici: sono delle valide alternative?

29.09.2022

Negli ultimi anni si è molto diffuso l’utilizzo di prodotti proteici, supportato dal luogo comune che le diete iperproteiche siano la soluzione ideale per dimagrire. I cosiddetti prodotti proteici sono molto diffusi non solo online, ma anche nei comuni supermercati.

Capita quindi che, per non rinunciare agli sfizi come gelato, dolci o pizza, si ripieghi su alternative “proteiche” o “ senza zuccheri”. Tuttavia occorre fare attenzione: questo tipo di prodotti non sono né salutari, né tantomeno dietetici. In questo articolo proviamo a conoscerli meglio e a capire perché non bisogna abusarne.

Quanto si dimagrisce con la dieta proteica?

Le diete iperproteiche prevedono una restrizione calorica che può essere raggiunta anche adottando un’alimentazione completa di tutti i macronutrienti, senza privarci di importanti sostanze nutritive.

Sul lungo periodo, tuttavia, questo tipo di regime alimentare è inefficace e insostenibile, in quanto crea un senso di insoddisfazione. É facile che, dopo un certo periodo, si voglia evadere da quello schema carente o addirittura privo di carboidrati. 

Inoltre, l’eccesso di proteine ha degli effetti negativi sulla salute. In primis, un esubero di proteine crea infiammazione, quindi ritenzione e gonfiore. Nei casi più gravi, può generare anche situazioni croniche.

I carboidrati, così come i grassi buoni, non vanno demonizzati. Quella secondo cui i carboidrati fanno ingrassare è solo una credenza popolare, soprattutto se di buona qualità e se consumati nelle giuste quantità.

Prodotti Proteici: cosa sono? Cosa contengono?

I prodotti low carb hanno un maggiore contenuto proteico rispetto ai prodotti tradizionali, tuttavia essi contengono anche ingredienti come dolcificanti e aromi, che hanno lo scopo di migliorare il gusto.

Vediamo insieme le diverse tipologie.

Creme spalmabili: sono davvero così proteiche?

Analizziamo insieme gli ingredienti di una crema spalmabile che viene commercializzata come prodotto ad alto contenuto di proteine e la confrontiamo ai valori di un comune burro di arachidi.

  1. Crema proteica nocciole e cacao Foodspring: Edulcorante (maltitolo), concentrato di proteine del siero (ottenuto dal latte) 22%, olio di girasole, nocciole 13%, siero di latte dolce in polvere, cacao magro in polvere 6,5%, burro di cacao, emulsionante (lecitina di girasole), aroma naturale di vaniglia. Può contenere altra frutta a guscio.
    Per 100g di prodotto: 24 gr di Polioli, 21 gr Proteine
  2. Crema spalmabile 100% Arachidi Pharmapower: Arachidi
    Per 100g di prodotto: 0g di Polioli, 30g Proteine

Nel primo prodotto il primo ingrediente è un edulcorante, il maltitolo, seguito dalle proteine. Come ultimi ingredienti avremo cacao e nocciole, che dovrebbero invece caratterizzare il prodotto.

In commercio troviamo prodotti molto più salutari, composti da un solo ingrediente, con un contenuto proteico molto più alto, e spesso più economici!

Gelato proteico o gelato artigianale?

Mettiamo a confronto un gelato artigianale, un gelato proteico e un gelato confezionato in vaschetta (i cui valori sono stati riportati dalle tabelle di composizione degli alimenti CREA).

 

  1. Gelato artigianale Mancuso al cacao: Latte scremato reidratato, edulcorante, cacao magro in polvere 6%, olio di cocco, amido di mais idrolizzato, inulina, siero di latte in polvere, emulsionanti:mono- e digliceridi degli acidi grassi, stabilizzanti: alginato di sodio, farina di semi di carrube, gomma di guar, aroma vaniglia. Per 100g di prodotto: 123 Kcal, 3g Proteine, 5.3g Carboidrati di cui 3.6 zuccheri
  2. Gelato proteico Yulti al cacao: latte fresco delattosato, proteine del siero del latte delattosate, destrosio, cacao magro (6%), fibre vegetali, zucchero di canna, amido di mais.
    Per 100g di prodotto: 153 Kcal, 10g Proteine, 16.3g Carboidrati di cui 14.4g zuccheri
  3. Gelato in vaschetta Algida Carte d’Or al cioccolato: Latte scremato reidratato, Acqua, Zucchero, Cacao magro in polvere, Olio di cocco, Sciroppo di glucosio, Pasta di cacao, Sciroppo di glucosio-fruttosio, Lattosio e proteine del latte, Emulsionanti (mono- e digliceridi degli acidi grassi, fosfatidi di ammonio), Addensanti (farina di semi di carrube, gomma di guar, carragenina, alginato di sodio), Tuorlo d’uovo, Farina di grano tenero, Latte scremato in polvere o concentrato, Pasta di nocciole, Aromi. Per 100g di prodotto: 202 Kcal, 4.4g Proteine, 22g Carboidrati di cui 20g zuccheri

Il gelato proteico ha una lista ingredienti abbastanza breve e non sono presenti emulsionanti. Sebbene siano meno rispetto al gelato in vaschetta, contiene però molti zuccheri. Occorre infatti prestare attenzione: anche se sono riportate con due voci diverse, destrosio e zucchero di canna si sommano in quanto  zuccheri.

Se comparato al gelato “da supermercato”, lo Yulti rimane un buon prodotto. Tuttavia, se abbiamo voglia di gelato, abbiamo davvero bisogno di assumere anche una quota maggiore di proteine? Il gelato può essere consumato anche “a dieta”, basta prestare attenzione alla qualità, alle quantità e alla frequenza con cui lo si fa. 

Spuntino proteico: budino o yogurt? Cos’è meglio?

Nell’ultimo periodo stanno spopolando i budini proteici. In questa occasione, metteremo a confronto uno di questi con una comune merenda, costituita da yogurt greco, cacao amaro e frutta.

  1. Yogurt Fage Total 0% da 150g: Latte scremato, fermenti lattici vivi.
  2. Milk Pro High Protein (crema dessert al cacao) da 200g: Latte parzialmente scremato delattosato, Proteine del latte 7,0% , Amido modificato di mais , Cacao magro in polvere 1,8%, Addensante: carragenina , Stabilizzanti: fosfato di sodio, carbonato di sodio , Aromi, Edulcoranti: acesulfame K, sucralosio .

Mettendo a confronto il consumo di un vasetto da 200g di budino proteico con una merenda composta da un vasetto da 150g di Yogurt Fage Total + una mela + 5g di cacao amaro vediamo che:

Merenda con yogurt* Merenda crema proteica*
155,8 kcal
Carboidrati: 14.58
di cui Zuccheri: 14
Proteine: 17.23
Grassi: 1.48
Fibre: 8.9 dalla mela
162 kcal
Carboidrati: 12.8
di cui Zuccheri: 9.2
Proteine: 20
Grassi: 3.2
Fibre: 0g

 

Una merenda con lo yogurt avrà un apporto calorico simile (se non minore) e un apporto proteico leggermente inferiore, con una differenza minima. C’è un maggiore contenuto di zuccheri nella merenda con lo yogurt, ma deriva principalmente dalla frutta. 

Consumando la prima merenda, tuttavia, guadagneremo  in salute: la merenda con lo yogurt presenta un quantitativo di fermenti lattici, minerali e vitamine maggiore, così come un maggiore apporto di fibre benefiche e sazianti. Aggiungendo anche un cucchiaio di cereali la merenda sarà più sostanziosa ed equilibrata, grazie all’apporto di carboidrati complessi.

I prodotti proteici sono consigliati?

Un’alimentazione sana comporta anche la soddisfazione rispetto a ciò che mangiamo, la ricerca di un equilibrio tra gusto e benessere.

La nostra alimentazione non cambia in meglio sostituendo le coccole quotidiane con alimenti addizionati di proteine. Se il risultato è quello di concederci dolci proteici ogni giorno, il rischio è quello di peggiorarla.

È  importante abituare il palato agli alimenti più genuini e meno intensi, in quanto consumare prodotti troppo dolci può spingerci a cercare sempre più gratificazioni dagli zuccheri durante la giornata.

I prodotti proteici sono da considerare un’eccezione  per quando vogliamo provare un dolcetto in linea con il nostro percorso. Un consumo abituale, invece, potrebbe portare a un eccesso calorico, ovvero a uno squilibrio tra le calorie introdotte con il cibo e quelle consumate dall’organismo.

 

Dott.ssa Silvia Marraccini – Team Nutrition

SGPnutrition

Prodotti proteici: sono delle valide alternative?

29.09.2022

Negli ultimi anni si è molto diffuso l’utilizzo di prodotti proteici, supportato dal luogo comune che le diete iperproteiche siano la soluzione ideale per dimagrire. I cosiddetti prodotti proteici sono molto diffusi non solo online, ma anche nei comuni supermercati.

Capita quindi che, per non rinunciare agli sfizi come gelato, dolci o pizza, si ripieghi su alternative “proteiche” o “ senza zuccheri”. Tuttavia occorre fare attenzione: questo tipo di prodotti non sono né salutari, né tantomeno dietetici. In questo articolo proviamo a conoscerli meglio e a capire perché non bisogna abusarne.

Quanto si dimagrisce con la dieta proteica?

Le diete iperproteiche prevedono una restrizione calorica che può essere raggiunta anche adottando un’alimentazione completa di tutti i macronutrienti, senza privarci di importanti sostanze nutritive.

Sul lungo periodo, tuttavia, questo tipo di regime alimentare è inefficace e insostenibile, in quanto crea un senso di insoddisfazione. É facile che, dopo un certo periodo, si voglia evadere da quello schema carente o addirittura privo di carboidrati. 

Inoltre, l’eccesso di proteine ha degli effetti negativi sulla salute. In primis, un esubero di proteine crea infiammazione, quindi ritenzione e gonfiore. Nei casi più gravi, può generare anche situazioni croniche.

I carboidrati, così come i grassi buoni, non vanno demonizzati. Quella secondo cui i carboidrati fanno ingrassare è solo una credenza popolare, soprattutto se di buona qualità e se consumati nelle giuste quantità.

Prodotti Proteici: cosa sono? Cosa contengono?

I prodotti low carb hanno un maggiore contenuto proteico rispetto ai prodotti tradizionali, tuttavia essi contengono anche ingredienti come dolcificanti e aromi, che hanno lo scopo di migliorare il gusto.

Vediamo insieme le diverse tipologie.

Creme spalmabili: sono davvero così proteiche?

Analizziamo insieme gli ingredienti di una crema spalmabile che viene commercializzata come prodotto ad alto contenuto di proteine e la confrontiamo ai valori di un comune burro di arachidi.

  1. Crema proteica nocciole e cacao Foodspring: Edulcorante (maltitolo), concentrato di proteine del siero (ottenuto dal latte) 22%, olio di girasole, nocciole 13%, siero di latte dolce in polvere, cacao magro in polvere 6,5%, burro di cacao, emulsionante (lecitina di girasole), aroma naturale di vaniglia. Può contenere altra frutta a guscio.
    Per 100g di prodotto: 24 gr di Polioli, 21 gr Proteine
  2. Crema spalmabile 100% Arachidi Pharmapower: Arachidi
    Per 100g di prodotto: 0g di Polioli, 30g Proteine

Nel primo prodotto il primo ingrediente è un edulcorante, il maltitolo, seguito dalle proteine. Come ultimi ingredienti avremo cacao e nocciole, che dovrebbero invece caratterizzare il prodotto.

In commercio troviamo prodotti molto più salutari, composti da un solo ingrediente, con un contenuto proteico molto più alto, e spesso più economici!

Gelato proteico o gelato artigianale?

Mettiamo a confronto un gelato artigianale, un gelato proteico e un gelato confezionato in vaschetta (i cui valori sono stati riportati dalle tabelle di composizione degli alimenti CREA).

 

  1. Gelato artigianale Mancuso al cacao: Latte scremato reidratato, edulcorante, cacao magro in polvere 6%, olio di cocco, amido di mais idrolizzato, inulina, siero di latte in polvere, emulsionanti:mono- e digliceridi degli acidi grassi, stabilizzanti: alginato di sodio, farina di semi di carrube, gomma di guar, aroma vaniglia. Per 100g di prodotto: 123 Kcal, 3g Proteine, 5.3g Carboidrati di cui 3.6 zuccheri
  2. Gelato proteico Yulti al cacao: latte fresco delattosato, proteine del siero del latte delattosate, destrosio, cacao magro (6%), fibre vegetali, zucchero di canna, amido di mais.
    Per 100g di prodotto: 153 Kcal, 10g Proteine, 16.3g Carboidrati di cui 14.4g zuccheri
  3. Gelato in vaschetta Algida Carte d’Or al cioccolato: Latte scremato reidratato, Acqua, Zucchero, Cacao magro in polvere, Olio di cocco, Sciroppo di glucosio, Pasta di cacao, Sciroppo di glucosio-fruttosio, Lattosio e proteine del latte, Emulsionanti (mono- e digliceridi degli acidi grassi, fosfatidi di ammonio), Addensanti (farina di semi di carrube, gomma di guar, carragenina, alginato di sodio), Tuorlo d’uovo, Farina di grano tenero, Latte scremato in polvere o concentrato, Pasta di nocciole, Aromi. Per 100g di prodotto: 202 Kcal, 4.4g Proteine, 22g Carboidrati di cui 20g zuccheri

Il gelato proteico ha una lista ingredienti abbastanza breve e non sono presenti emulsionanti. Sebbene siano meno rispetto al gelato in vaschetta, contiene però molti zuccheri. Occorre infatti prestare attenzione: anche se sono riportate con due voci diverse, destrosio e zucchero di canna si sommano in quanto  zuccheri.

Se comparato al gelato “da supermercato”, lo Yulti rimane un buon prodotto. Tuttavia, se abbiamo voglia di gelato, abbiamo davvero bisogno di assumere anche una quota maggiore di proteine? Il gelato può essere consumato anche “a dieta”, basta prestare attenzione alla qualità, alle quantità e alla frequenza con cui lo si fa. 

Spuntino proteico: budino o yogurt? Cos’è meglio?

Nell’ultimo periodo stanno spopolando i budini proteici. In questa occasione, metteremo a confronto uno di questi con una comune merenda, costituita da yogurt greco, cacao amaro e frutta.

  1. Yogurt Fage Total 0% da 150g: Latte scremato, fermenti lattici vivi.
  2. Milk Pro High Protein (crema dessert al cacao) da 200g: Latte parzialmente scremato delattosato, Proteine del latte 7,0% , Amido modificato di mais , Cacao magro in polvere 1,8%, Addensante: carragenina , Stabilizzanti: fosfato di sodio, carbonato di sodio , Aromi, Edulcoranti: acesulfame K, sucralosio .

Mettendo a confronto il consumo di un vasetto da 200g di budino proteico con una merenda composta da un vasetto da 150g di Yogurt Fage Total + una mela + 5g di cacao amaro vediamo che:

Merenda con yogurt* Merenda crema proteica*
155,8 kcal
Carboidrati: 14.58
di cui Zuccheri: 14
Proteine: 17.23
Grassi: 1.48
Fibre: 8.9 dalla mela
162 kcal
Carboidrati: 12.8
di cui Zuccheri: 9.2
Proteine: 20
Grassi: 3.2
Fibre: 0g

 

Una merenda con lo yogurt avrà un apporto calorico simile (se non minore) e un apporto proteico leggermente inferiore, con una differenza minima. C’è un maggiore contenuto di zuccheri nella merenda con lo yogurt, ma deriva principalmente dalla frutta. 

Consumando la prima merenda, tuttavia, guadagneremo  in salute: la merenda con lo yogurt presenta un quantitativo di fermenti lattici, minerali e vitamine maggiore, così come un maggiore apporto di fibre benefiche e sazianti. Aggiungendo anche un cucchiaio di cereali la merenda sarà più sostanziosa ed equilibrata, grazie all’apporto di carboidrati complessi.

I prodotti proteici sono consigliati?

Un’alimentazione sana comporta anche la soddisfazione rispetto a ciò che mangiamo, la ricerca di un equilibrio tra gusto e benessere.

La nostra alimentazione non cambia in meglio sostituendo le coccole quotidiane con alimenti addizionati di proteine. Se il risultato è quello di concederci dolci proteici ogni giorno, il rischio è quello di peggiorarla.

È  importante abituare il palato agli alimenti più genuini e meno intensi, in quanto consumare prodotti troppo dolci può spingerci a cercare sempre più gratificazioni dagli zuccheri durante la giornata.

I prodotti proteici sono da considerare un’eccezione  per quando vogliamo provare un dolcetto in linea con il nostro percorso. Un consumo abituale, invece, potrebbe portare a un eccesso calorico, ovvero a uno squilibrio tra le calorie introdotte con il cibo e quelle consumate dall’organismo.

 

Dott.ssa Silvia Marraccini – Team Nutrition

Articoli correlati

SGPnutrition

Come ridurre il consumo di zucchero

30.11.2022

Leggi

SGPnutrition

Eliminare il sale: ecco perché è bene non farlo e quanto mangiarne

15.11.2022

Leggi

SGPnutrition

Frutta e verdura di stagione a novembre

05.11.2022

Leggi

Articoli correlati