fbpx
SGP srl - Via Adelaide Bono Cairoli 30, 20127 Milano Copyright © 2019 SGP srl - All Rights Reserved | Design by IDEABILE

I benefici di acque aromatizzate e tisane fredde | SGProgram

I benefici di acque aromatizzate e tisane fredde | SGProgram

Cosa bere in estate: i benefici di acque aromatizzate e tisane fredde

Bere acqua in estate è una priorità assoluta. Se l’idratazione è fondamentale tutto l’anno, nella bella stagione lo è ancora di più. In particolare per chi pratica attività sportiva.
Spesso l’arrivo del caldo è accompagnato da stanchezza, irritazione e spossatezza: queste sensazioni spiacevoli potrebbero andare a discapito dell’energia e della dedizione con cui ti alleni. Infatti, sudando perdi acqua e sali minerali. Avrai bisogno di reintegrarli per abbassare la temperatura corporea e permettere un migliore funzionamento dell’intero organismo.

Bere il corretto apporto di acqua ti consentirà di mantenere un bilancio idro-elettrolitico ideale, ma non solo. Vediamo insieme come bere acqua possa essere anche rigenerante, divertente e gustoso.

Bere acqua: promemoria

Ti dimentichi di bere? Forse perché lo vivi come un “dovere” più che come un piacere. Se ti metti in ascolto del tuo corpo, non avrai bisogno di alcun promemoria per ricordartelo.
Non ci sono segreti magici: riponi la giusta attenzione nei segnali del tuo organismo e assicurati di avere la tua acqua sempre a disposizione.
Ora pensiamo a come rendere l’idratazione ancora più piacevole!

Tisane fredde, depurazione e benessere

Le tisane sono prodotti fitoterapici. Significa che contengono i fitocomplessi della pianta o della parte di pianta utilizzata. I fitocomplessi sono l’insieme dei principi attivi con azione terapeutica o preventiva che caratterizzano la pianta.
Potrai quindi scegliere le tue tisane sulla base delle proprietà e dei benefici di cui senti maggiore bisogno: depurazione, diuresi, stimolazione del metabolismo, etc…

Tisane e infusi a freddo: come prepararli?

La tisana è una bevanda ottenuta tramite macerazione, decozione o infusione di una o più piante. Con questi processi si estrae il fitocomplesso, cioè l’insieme di principi attivi della pianta, i quali apportano beneficio al nostro organismo.

Un

Che differenza c’è tra decotto, infuso o macerato?

Nella decozione si usano le parti solide (radici, corteccia o semi), che vengono sminuzzate e bollite per un tempo variabile – dai 10 ai 20 minuti – a seconda di ciò che si desidera estrarre. Il decotto viene spento e lasciato in infusione per altri 10 minuti per poi essere filtrato e bevuto.

Nell’infusione si usano le parti più tenere della pianta (foglie e fiori), sulle quali si versa acqua bollente, si lascia a riposo (per 5-10 minuti) per poi filtrare e bere. Attenzione: le foglie e i fiori non vengono fatti bollire, ma sono posti in acqua bollente (ossia fuori dal fuoco).

Le tisane ottenute possono essere conservate tutta la notte in frigorifero per avere una bevanda pronta da sorseggiare il giorno successivo.

Tisane a freddo

Certo, quando si pensa ad una tazza di tisana ci si immagina avvolti nelle coperte davanti a qualche serie tv o impegnati a leggere un buon libro mentre fuori nevica. In realtà queste bevande sono una valida alternativa da mettere in borraccia anche quando fa caldo. Per idratarsi e dissetarsi durante la bella stagione non c’è niente di meglio di tisane o acque aromatizzate da sorseggiare fredde. Lisce, con ghiaccio oppure diluite insieme a frullati di frutta fresca di stagione, queste bevande aiutano a contrastare i malesseri dovuti al caldo, favorendo una generale sensazione di benessere.

Acque aromatizzate fai-da-te

Un’altra bevanda rinfrescante è l’acqua aromatizzata: tramite macerazione di erbe aromatiche e frutta, si ottiene un’acqua arricchita da vitamine e minerali. La preparazione è molto semplice: basta lasciarle macerare in frigorifero da una a dodici ore, filtrarle e consumarle entro poche ore per godere di tutti i loro benefici.

L’acqua aromatizzata ha tantissimi vantaggi. Ad esempio, il sapore della frutta stimola il senso di sete. Grazie al loro piacevole gusto, queste bevande ci aiutano ad evitare il consumo di altre bibite zuccherate. Una volta terminata l’acqua, si può scegliere di consumare la frutta che era al suo interno.

Dolcificanti: si o no?

Le tisane godono di una naturale fragranza erbacea, si consiglia di berle “al naturale” per gustare pienamente le sfumature di sapori. Se non ami le tisane senza zucchero, un’ottima alternativa è il miele o lo sciroppo d’agave, entrambi dolcificanti naturali.
Suggeriamo comunque di abituarsi a gustare queste bevande così come sono: basterà diminuire gradualmente il dolcificante, e, in un paio di mesi, si potrà apprezzare il gusto delle erbe scelte.
Nel caso delle acque aromatizzate invece sarà sufficiente il gusto dato dalla frutta e delle erbe aromatiche.

Ricette

Tisana rinfrescante ai fiori di calendula e fragola

Cosa serve:

  • acqua,
  • miscela di Calendula fiori 40 g,
  • Timo foglie 30 g,
  • Fragola foglie 30 g

La Calendula è un eccellente rimedio per le infiammazioni da caldo. Insieme al timo e alle foglie di fragola, è rinfrescante e dissetante. Questa miscela può essere messa in infusione per 5-10 minuti e, una volta fredda, frullata con 4-5 fragole fresche per avere un ottimo snack spezza-fame da mettere nel thermos e da portare con sé.

Acqua aromatizzata di cetrioli e limone

Cosa serve:

  • acqua,
  • cetrioli,
  • limoni freschi,
  • menta (facoltativo)

I cetrioli hanno proprietà depurative e rinfrescanti utili anche nel contrastare la ritenzione idrica che spesso affligge le donne durante i giorni del ciclo o nelle giornate calde. Per una tazza bastano 4 o 5 fettine sottili di cetriolo e 2 o 3 spicchi di limone. Per arricchire di gusto e di freschezza la bevanda, basta aggiungere qualche fogliolina di menta.

Prova anche la SGP Cherry Water: super dissetante grazie ai fiori d’arancio!

 

Altre bevande estive dietetiche

Le combinazioni per realizzare nuove tisane e acque aromatiche sono tantissime, ma se vuoi altre ispirazioni eccole qui.

Tè non zuccherato
Se ti piace il the freddo, ti consigliamo di prepararlo a casa per evitare gli zuccheri e gli additivi dei prodotti in commercio. Dopo aver preparato il the, arricchiscilo con qualche fetta di limone e lascialo raffreddare. Se ti piacciono, puoi aggiungere qualche chiodo di garofano e una stecca di cannella. Consumalo freddo, con qualche cubetto di ghiaccio all’interno.

Caffè lungo con ghiaccio
Il classico caffè “americano” preparato con caffè solubile, preferibilmente decaffeinato o d’orzo, per evitare un eccesso di caffeina.

 

Accorgimenti e precauzioni d’uso

Una buona idratazione non dipende soltanto da quanto si beve: è fondamentale seguire una dieta equilibrata e varia, ricca di vitamine, minerali e antiossidanti naturali (di cui frutta e verdura colorata abbondano).

Se acquisti in erboristeria la tua tisana, chiedi sempre consiglio all’erborista sulle quantità e i modi di somministrazione, oltre che sulle migliori combinazioni di piante.

Le piante officinali con cui vengono realizzate le tisane sono sostanze attive, da utilizzare con alcune precauzioni. La concentrazione di principio attivo fa sì che non ci siano controindicazioni particolari, tuttavia, se hai un’infezione cronica, assumi medicinali, sei in gravidanza o in allattamento, rivolgiti sempre al medico per verificare che le piante scelte siano adatte alle tue esigenze.

 

 

Team Nutrition